Indicatori di tempo

Una settimana, un mese, un anno

Da qui in poi mi servirà solo la memoria. Non c’è molto da capire, se non ricordarsi a memoria un sacco di termini nuovi.
Iniziamo con questi tre: settimana, mese e anno.

先週 – 先月 – 去年 senshū sengetsu kyonen
La scorsa settimana, lo scorso mese, lo scorso anno

今週 – 今月 – 今年 konshū kongetsu kotoshi
Questa settimana, questo mese, quest’anno

来週 – 来月 – 来年 raishū raigetsu rainen
La prossima settimana, il prossimo mese, il prossimo anno

再来週 – 再来月 – 再来年 saraishū saraigetsu sarainen
Tra due settimane, tra due mesi, tra due anni

毎週 – 毎月 – 毎年 maishū maigetsu maitoshi
Ogni settimana, ogni mese, ogni anno

Per indicare gli anni precedenti si usa l’anno, e il numero seguito dal kanji 前:
三年前 (san nen mae) –> 3 anni fa

Trenta giorni ha settembre, con april giugno e novembre

I giorni del mese si indicano con il numero latino seguito dal kanji che indica il giorno 日 che in questo caso si legge ka.
I giorni dal primo al ventesimo, escluso dall’undicesimo al tredicesimo e dal quindicesimo al diciannovesimo hanno un nome particolare e non seguono la regola.
Tutti gli altri si scrivono con numero latino e kanji e si pronunciano seguendo la regola di pronuncia dei numeri in giapponese e nichi per 日.

1日 tsuitachi
2日 futsuka
3日 mikka
4日 yokka
5日 itsuka
6日 muika
7日 nanoka
8日 yōka
9日 kokonoka
10日 tōka
11日 jūichi-nichi (questa è la forma normale, numero e nichi alla fine)
14日 jū-yokka
20日 hatsuka

Mesi

Un po’ deludente questa parte, dato che i mesi sono abbastanza “anonimi”: sono dodici come da noi e si formano con il numero e il kanji 月 (tsuki) che indica la luna o il mese. In questo caso viene pronunciato “gatsu”.

1月 ichigatsu – Gennaio
2月 nigatsu – Febbraio
3月 sangatsu – Marzo
4月 yongatsu – Aprile
5月 gogatsu – Maggio
6月 rokugatsu – Giugno
7月 nanagatsu – Luglio
8月 hachigatsu – Agosto
9月 kyūgatsu – Settembre
10月 jūgatsu – Ottobre
11月 jū-ichi gatsu – Novembre
12月 jū-ni gatsu – Dicembre

Solomon Grundy, nato di lunedi…

I giorni della settimana, a differenza dei giorni del mese, hanno un nome proprio come da noi. Sono sette in tutto e prendono il nome dagli elementi: fuoco, acqua, terra… nei cartelli di indicazione è frequente vedere solo il simbolo iniziale.

月曜日 Getsuyōbi – Lunedi
火曜日 Kayōbi – Martedi
水曜日 Suiyōbi – Mercoledi
木曜日 Mokuyōbi – Giovedi
金曜日 Kinyōbi – Venerdi
土曜日 Doyōbi – Sabato
日曜日 Nichiyōbi – Domenica

Il buongiorno si vede dal mattino

Ultima tabella facile facile per i diversi momenti della giornata.

Giorno Mattina Pomeriggio Sera
L’altro ieri 一昨日 ototoi 一昨日の朝 ototoinoasa 一昨日の午後 ototoinogogo 一昨日の晩 ototoinoban
Ieri 昨日 kinō 昨日の朝 kinōnoasa 昨日の午後 kinōnogogo 昨日の晩 kinōnoban
Oggi 今日 kyō 今朝 kesa 今日の午後 kyōnogogo 今晩 konban
Domani 明日 ashita 明日の朝 ashitanoasa 明日の午後 ashitanogogo 明日の晩 ashitanoban
Dopodomani 明後日 asatte 明後日の朝 asattenoasa 明後日の午後 asattenogogo 明後日の晩 asattenoban
Ogni 毎日 mainichi 毎朝 maiasa 毎午後 maigogo 毎晩 maiban

La regola è molto semplice, basta infatti riferirsi ai cinque moduli originali (ototoi, kinō, kyō, ashita, asatte, mai) e inserire i tre periodi della giornata (asa, gogo, ban).
Le uniche due eccezioni sono 今朝 e 今晩 che non seguono le regole di pronuncia.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *